Calcolo IMU

Webcam Live Piana di Castelluccio

Webcam Live Castelluccio di Norcia

Webcam Live Monte Vettore Deltaplano

Alemanno ospite del City Forum di Spoleto. “Riorganizzare la sanità regionale per servizi e non per territori. Spoleto-Foligno-Valnerina diventi terzo polo ospedaliero regionale”

NORCIA – Il Sindaco di Norcia Nicola Alemanno è stato invitato a partecipare all’incontro organizzato dal City Forum di Spoleto, che si è svolto questa mattina.

“E’ stata un interessante momento di confronto con altri amministratori e con i cittadini” ha detto Alemanno, ringraziando Sergio Grifoni animatore dell’iniziativa in qualità di Portavoce del City Forum. Quella odierna è stata anche l’occasione per il Sindaco di Norcia, di fare il punto della situazione alla vigilia del confronto che si svilupperà nei prossimi mesi sul nuovo Piano Sanitario Regionale, discussione che si avvia in contemporanea ai lavori di ricostruzione del nosocomio di Norcia, per il quale proprio giovedì scorso c’è stato il primo sopralluogo dei progettisti incaricati per la ricostruzione.

“Non è possibile affrontare il tema della sanità a livello locale se non si traccia la cornice di riferimento a partire dalla situazione attuale – dice Alemanni -. Va ricordato che l’ultima pianificazione regionale risale al 2011, quando invece i piani sanitari hanno una durata massima di tre/cinque anni. Molte le articolazioni organizzative, i servizi sono frammentati e pochi sui territori – continua – mai attivata la convenzione con l’Università, assenza di un istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (unica situazione in Centro Italia), carenza di applicazioni per la sanità digitale, decremento considerevole della mobilità (-25 mln dal 2014 al 2019), scarsa integrazione socio sanitaria, ecc. In questo momento – prosegue il Sindaco – pesano le gravi decisioni del passato come, ad esempio, quella di non realizzare un unico ospedale tra i territori afferenti al folignate e allo spoletino, oppure ancora quella di continue spoliazioni dell’ospedale di Spoleto, tanto che oggi sembra legittimo parlare di un unico ospedale fra Foligno e Spoleto, unito da un corridoio di 25 chilometri, valorizzando le rispettive eccellenze ed evitando inutili doppioni. Sarà molto utile – continua Alemanno – promuovere nei prossimi mesi ulteriori momenti di confronto e coordinamento delle proposte, per far si che quello di Foligno-Spoleto-Valnerina, diventi il terzo polo ospedaliero regionale per la riorganizzazione di un Sistema di servizi socio sanitari di prossimità, che rimetta finalmente il cittadino ed i suoi bisogni al centro del sistema anche attraverso la presa in carico con nuovi modelli digitali, specie dei malati cronici (laboratori dello scompenso). Riorganizzare quindi una rete ospedaliera divisa per ‘Servizi’ e non per ‘Territori’, corroborata da nuove politiche di selezione e formazione del personale” conclude il Sindaco di Norcia.