Calcolo IMU

Webcam Live Piana di Castelluccio

Webcam Live Castelluccio di Norcia

Webcam Live Monte Vettore Deltaplano

Sopralluogo di Borrelli nel cantiere delle nuove scuole temproanee. “Lavoriamo per rispettare il termine di Pasqua”. Bacchetta “ritardi inaccettabili”. Alemanno “Con questa vicenda Presidente Conte si rende conto delle nostre difficoltà quotidiane. Semplificare”

NORCIA – Si è svolto martedì 21 gennaio un sopralluogo nel cantiere che dovrà ospitare le scuole superiori di Norcia cui hanno preso parte il Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, il Presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta, ente appaltante dell’opera, il Sindaco Nicola Alemanno e la Dirigente Scolastica, Rosella Tonti, il Direttore dell’ufficio del territorio della Regione Umbria, Alfiero Moretti. Insieme a loro funzionari e tecnici dei vari Enti.

La verifica dello stato dei lavori è stata sollecitata dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dopo che lunedì scorso aveva ricevuto gli studenti dell’ istituto Onnicomprensivo De Gasperi-Battaglia di Norcia.“Siamo qui per evidenziare i ritardi evidenziati nella realizzazione della struttura. Non ce ne andremo da qui se entro Pasqua non sarà realizzata la nuova scuola temporanea, come richiesto dallo stesso Presidente Conte” ha detto Borrelli. “Invieremo un nostro ingegnere che seguirà minuto per minuto lo stato di avanzamento dei lavori fino a quando la struttura non sarà terminata”.

Il presidente della Provincia Bacchetta ha sottolineato come “la realizzazione delle scuole Superiori significhi la sopravvivenza della città di Norcia e questi ritardi, causati dalla ditta, sono inaccettabili. Il 28 gennaio – ha aggiunto proseguito – scadono i termini previsti dalla legge per escludere eventualmente l’azienda dall’appalto. Al momento non precludiamo alcuna strada, anche se è evidente che adottare questa linea comporterebbe un ricominciare da zero e questo non ce lo possiamo permettere, ma a questo punto la ditta ci deve dare entro domani un cronoprogramma preciso con cui intende procedere nella realizzazione dell’appalto”. Bacchetta ha anche ricordato che se l’opera fosse stata assegnata “con poteri legislativi straordinari a questo punto sarebbe stata realizzata”.

“Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha garantito che entro Pasqua le nuove scuole Superiori temporanee di Norcia, al centro dell’attenzione per i ritardi nella loro costruzione, saranno completate” ha detto il Sindaco Alemanno.

“La garanzia che ci da il Presidente Conte, rassicurandoci riguardo la consegna delle nuove scuole temporanee entro Pasqua, nonostante tutto ci da fiducia e quindi non possiamo che augurarci un ulteriore impegno dello stesso Presidente: la sua presenza all’inaugurazione del nuovo plesso – continua -. Quello che sta accadendo al cantiere delle nuove scuole superiori è un po’ la sintesi delle difficoltà che in questi tre anni post sisma abbiamo più volte manifestato ai vari governi che si sono succeduti e vale a dire: in situazioni di emergenza non si può procedere con leggi ordinarie” ha sottolineato.

“Il Presidente Conte, seguendo da vicino, personalmente, la vicenda, potrà concretamente verificare le difficoltà che sarà necessario superare per cogliere l’obiettivo nei tempi da lui fissati, anche mettendo in campo ‘prerogative’ di cui noi sindaci non possiamo disporre. Questa situazione, al di là dell’ennesimo ritardo (anche rispetto alle date precedentemente annunciate dallo stesso Presidente del Consiglio) è la prova delle difficoltà che quotidianamente affrontiamo anche in merito ad uno degli argomenti più importanti per la nostra Comunità, la scuola. Ci auguriamo quindi – prosegue – che tutto ciò possa rappresentare una ulteriore prova di come sia urgente una reale semplificazione delle procedure burocratiche che noi amministratori locali abbiamo a più riprese richiesto e suggerito attraverso emendamenti che fino ad oggi non hanno ancora trovato soluzione nel decreto sisma” ha concluso.

Venerdì 24 ci sarà un nuovo incontro cui sarà presente anche il vertice dell’azienda che si è aggiudicata l’appalto. La dirigente Tonti, infine, si è limitata a dire di continuare ad “avere fiducia nelle istituzioni” confidando che “questa sia davvero la volta buona per la costruzione di queste scuole che per i giovani di questa città significano anche un possibile luogo di aggregazione post-lezioni”.