Calcolo IMU

Webcam Live Piana di Castelluccio

Webcam Live Castelluccio di Norcia

Webcam Live Monte Vettore Deltaplano

La solidarietà del Monferrato raggiunge Agriano: inaugurato il suo centro di Comunità.

NORCIA – Inaugurato sabato mattina il centro di comunità di Agriano di Norcia, realizzato grazie alla solidarietà delle comunità dell’ Alessandrino nel Monferrato. A far festa con gli abitanti della frazione anche rappresentanze giunte dal Piemonte, con l’attuale Sindaco di Casale Monferrato (AL) Federico Riboldi insieme al già sindaco di Coniolo (AL) Vincenzo Amich. Quest’ultimo nel 2016, all’indomani degli eventi sismici, ha prestato servizio come volontario della Protezione Civile e da lì è iniziato il legame con gli abitanti della frazione nursina.

Ad accogliere le delegazioni piemontesi il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. “Oggi è stato messo un altro mattone al muro della speranza con la donazione di questa chiesa che è un luogo simbolo, in cui la comunità di Agriano potrà tornare ad incontrarsi e stare insieme – dice -. Siamo grati alle comunità monferrine per questo importante e significativo gesto di vicinanza, a tre anni dal sisma. E’ la dimostrazione ancora una volta – ha concluso – che non siamo soli e che c’è attenzione nei confronti dei nostri territori. Questo ci da grande fiducia ad andare avanti”.

‘Ca’ Monfra’, che sta per Casa del Monferrato, è la targa posta all’ingresso del centro di comunità ed indica la collaborazione alla realizzazione di tutto il territorio.

“Siamo qui in rappresentanza di una parte delle tante persone che hanno sostenuto questa iniziativa, ognuna nelle proprie possibilità” racconta la signora Laura Ravizza dell’Associazione Madonna delle Grazie di Rosignano di Casale. “Sin dal Natale 2016 si è mossa subito una grande solidarietà, sia di privati che associazioni – spiega – nei confronti di questa terra e dei suoi abitanti, stimolata anche dal racconto del nostro sindaco Amich ed oggi siamo felici di poter vedere compiuta questa struttura che possa essere di buona uspicio in vista dlela ricostruzione”.

Padre Giuseppe, che non ha mai lasciato Agriano, ha saluto i presenti ringraziando istituzioni tecnici e chiunque abbia contribuito alla realizzazione di questo progetto “realizzato per la gloria di Dio e per venire incontro alle esigenza della comunità”.