Calcolo IMU

Webcam Live Piana di Castelluccio

Webcam Live Castelluccio di Norcia

Webcam Live Monte Vettore Deltaplano

Kuwait dona un milione di euro per l’ospedale di Norcia. Alemanno: “Grati per l’attenzione rivolta alla nostra Comunità”.

ROMA – La ricostruzione del complesso ospedaliero di Norcia, gravemente danneggiato dalla sequenza sismica che, nel 2016, colpì il centro Italia, passa anche attraverso il ripristino delle attività socio-sanitarie offerte. Grazie alla donazione di un milione di euro che lo Stato del Kuwait ha deciso di devolvere, il nosocomio nursino potrà dotarsi di attrezzature tecnologiche all’avanguardia che permetteranno di ripristinare e implementare l’assistenza sanitaria territoriale. Questa la finalità della convenzione stipulata oggi tra l’Ambasciatore del Kuwait in Italia, Sua Eccellenza Sheikh Alì Khalid Al-Jabar Al-Sabah, il Sindaco del Comune di Norcia, Nicola Alemanno, il Direttore Generale della Regione Umbria, Alfiero Moretti e il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

L’Ambasciatore, Sua Eccelllenza Sheikh Alì Khalid Al-Jabar Al-Sabah, commentando la firma del protocollo ha dichiarato «Sono onorato di donare a nome dell’Emiro Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah, nominato dall’Onu global humanitarian leader, un contributo importante per la comunità norcina. La città di Norcia è ormai vicina al mio cuore e a quello dello Stato del Kuwait. Non dimenticheremo mai la forza e il coraggio con cui ha risposto alla tragedia del 2016 e siamo felici di contribuire alla rinascita dell’ospedale della cittadina umbra».

L’ Ambasciatore del Kuwait, il Sindaco Alemanno e Angelo Borrelli

Il Direttore Generale della Regione Umbria, Alfiero Moretti, ha ringraziato «lo Stato del Kuwait per la concreta vicinanza dimostrata e il Dipartimento della Protezione Civile per la continua attenzione e presenza in occasione del terremoto che ha colpito gravemente il Centro Italia. Questa donazione consentirà di dotare l’ospedale nursino di macchinari importanti e all’avanguardia, nosocomio che la Regione Umbria intende ricostruire entro i prossimi due anni».

Il Sindaco Alemanno, il Capo Dipartimento Prociv Borrelli, la Principessa del Kuwait e l’Ambasciatore nel corso della visita a Norcia il 23 novembre 2017

«Le visite avvenute a fine 2017 da parte dell’Ambasciatore Ali Khaled Al Jaber Al Sabah e della Principessa Sheikha Amthal Al Ahmad Al Jaber Al Sabah, si concretizzano oggi con questa importante donazione in favore dell’ospedale di Norcia” dice il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. “Entrambi hanno dimostrato grande sensibilità nei confronti del tessuto sociale nursino, rivolgendo particolare attenzione al nosocomio che, anche grazie a questa donazione, potrà dotarsi delle migliori tecnologie. Siamo infinitamente grati delle attenzioni che l’emirato del Kuwait ha rivolto alla nostra comunità – continua – visitando la città e potendosi rendere personalmente conto di quanto accaduto. Così come ricordo con piacere la visita spontanea all’asilo nido comunale, luogo in cui si coltiva la speranza di futuro. Norcia e la testimonianza di resilienza dei nostri concittadini – conclude – sta a cuore anche oltre confine».

“Oggi è un giorno molto importante per la nostra comunità. Saremo sempre infinitamente grati a sua eccellenza l’ambasciatore per la sensibilità e umanità dimostrata nei nostri confronti fin dalle sue prime visite a Norcia” ha detto l’assessore ai Servizi Sociali e Culturali del Comune di Norcia, Giuseppina Perla.

“Ricordo con grande emozione la visita che ha voluto fare all’ asilo nido comunale appena riaperto così come lo ricorda anche l’ambasciatore. Ancora oggi infatti conserva nel suo studio il cartellone colorato che i nostri bambini avevano preparato per lui. Siamo sicuri – prosegue Perla – che da gesti importanti come quello che l’ambasciatore, a nome della popolazione del Kuwait ha voluto fare per noi, riusciremo a trarre l’energia necessaria per ricostruire la nostra città”.

A margine dell’incontro il Capo Dipartimento, Angelo Borrelli, ha voluto ringraziare lo Stato del Kuwait che «in questa, come in altre occasioni, non ha fatto mancare la propria vicinanza al nostro Paese». «Oggi Norcia – ha detto Borrelli – guarda alla ricostruzione post sisma mettendo al centro del percorso intrapreso la salvaguardia della comunità e il ripristino del tessuto socio-economico del proprio territorio che non può prescindere da un’assistenza sanitaria adeguata e di qualità. Il nostro ruolo nell’ambito della convenzione – ha sottolineato il Capo Dipartimento – sarà quello di seguire l’intero iter procedurale con la consapevolezza che, anche grazie a questa generosa donazione, Norcia riuscirà a rendere il proprio presidio sanitario un polo d’eccellenza e un punto di riferimento per l’intera Regione».