Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Biblioteca

Biblioteca

BILIOTECA “San Benedetto”

Via Renzi, 1 (Complesso monumentale di San Francesco)
06046 NORCIA PG
Tel/fax 0743 816448
E-mail biblioteca@comune.norcia.pg.it

Tipologia Amministrativa: Enti territoriali-Comune
Tipologia Funzionale: Pubblica
Orario di apertura annuale
LUNEDI               8,30-13,30 / 15,30-18,00
MARTEDI           8,30-13,30/ 15,30-18,00
MERCOLEDI      8,30-13,30 / 15,30-18,00
GIOVEDI             8,30-13,30 / 15,30 -18,00
VENERDI            8,30-13,30

La biblioteca ha un patrimonio di circa 18.000 volumi; di questi 1980 appartengono al fondo antico (termine che designa i volumi a stampa dall’invenzione di questa al 1831 ) con 14 incunaboli, 340 cinquecentine, 800 volumi circa del seicento e ancora opere del settecento e dell’ottocento. Tra le opere di maggior pregio va annoverato il codice pergamenaceo “Specchio de’ l’Ordine Minore “comunemente noto come  “ Franceschina”, e lo “Zibaldone”, raccolta di manoscritti e stampati sulla storia di Norcia. Altra fonte ragguardevole di notizie per la storia nursina è il Fondo Reguardati.

La biblioteca comunale inizia a funzionare come biblioteca di pubblica lettura nell’aprile del 1979 in seguito al progetto regionale di creare una rete di sistemi bibliotecari comprensoriali.

A costituirne il patrimonio sono volumi del vecchio centro di lettura, della biblioteca del ginnasio annesso al seminario vescovile e, per il fondo antico, i volumi appartenuti al convento dell’Annunziata.
Dalla primitiva sede , stabilita presso la Curia vescovile, la biblioteca, a causa dei ricorrenti eventi sismici, subisce vari spostamenti fino alla sua definitiva collocazione presso i locali del Complesso monumentale di San Francesco.
Del complesso fanno parte la chiesa gotica di San Francesco del XIV secolo, trasformata  in auditorium ed attualmente sede della Pala di altare con l’Incoronazione della Vergine di Jacopo Siculo, e l’attiguo ex-convento dei francescani conventuali, prima orfanotrofio, poi laboratorio tessile, quindi asilo infantile e poi collegio comunale per studenti delle frazioni e comuni vicini ed ora sede, oltre che della biblioteca, degli archivi comunale e notarile, di sale per congressi, conferenze e manifestazioni varie.

Sezione speciali sono la sezione ragazzi, quella locale, la nursina e la benedettina.

Servizi
Consultazione
Riproduzione Informazioni bibliografiche ( servizio interno ed esterno)
Prestito interbibliotecario
Prestito locale

PIANO TERRA

Sala lettura I
Servizio di prestito
Consultazione
Cataloghi
Informazione bibliografica
Ufficio catalogazione
Sezione ragazzi
Sala lettura II
Sezione locale
Fondo E.Massenzi (in deposito)

PRIMO PIANO
Sala I: Fondo Reguardati e volumi del ‘700
SalaII: Volumi del ‘600
Sala III : incunaboli, cinquecentine e volumi restaurati

INGRESSO E SALE
In biblioteca l’accesso è libero.
Al loro ingresso gli utenti sono invitati ad apporre la propria firma sul registro di frequenza a fini statistici.
La prima sala è riservata alla consultazione dei testi richiesti, alla lettura di riviste e quotidiani; nella seconda dovrebbero essere attivate le postazioni internet e si consultano i volumi delle sezioni in essa ospitate.

LETTURA
Per poter richiedere un’opera ( libro o periodico) in lettura, ci si può servire dei cataloghi, e quindi rivolgersi al personale di servizio , o chiedere direttamente al bibliotecario.
Il personale è a disposizione anche per l’ausilio nella ricerca.
Le opere richieste in lettura vanno consultate nelle sale in cui sono collocate.

PRESTITO LOCALE

Al prestito locale   sono ammessi i residenti nel Comune e non residenti muniti di documento di identità ( essendo Norcia centro climatico, la biblioteca registra in estate il periodo di maggior affluenza).
Si possono prendere in prestito 2 opere ( per un massimo di 4 volumi) alla volta; il prestito dura 20 giorni e può essere prorogato solo se non c’è per la stessa opera la richiesta di un altro utente.
Non sono ammessi al prestito i volumi del fondo antico, delle sezioni speciali-esclusa quella per ragazzi-, delle opere in continuazione, dei quotidiani e dei periodici.

Al momento della consegna il lettore diviene responsabile del volume per cui deve controllarne lo stato di conservazione in modo che, al momento della restituzione, non gli vengano addebitati eventuali danni preesistenti . In caso di smarrimento l’opera deve essere riacquistata dall’utente.
Si raccomanda la puntualità nella riconsegna dei libri presi in prestito. Per grave e reiterato ritardo nella restituzione l’utente può essere sospeso dal prestito.

RIPRODUZIONI
E’ possibile richiedere la riproduzione delle opere mediante fotocopia, digitalizzazione tramite scanner, fotografia, salvo limitazioni dovute alla normativa vigente e a motivi di tutela del materiale.
Qualora esista la riproduzione in microfilm o cd rom dell’opera richiesta, si utilizzerà la riproduzione anziché l’originale cartaceo.

PROPOSTE ACQUISTO

Gli utenti possono proporre l’acquisto di testi da parte della biblioteca; a tale scopo segnano sul registro dei “ desiderata” posto all’ingresso, l’autore e il titolo dell’opera.

CATALOGHI
Sono a disposizione degli utenti i cataloghi per autori, soggetti, topografico-sistematico ; le sezioni speciali hanno , in schedari a parte, gli stessi cataloghi.

Il collegamento della biblioteca alla rete SBN-Sistema Bibliotecario Nazionale a cui si può accedere  anche  privatamente attraverso il portale Internet Culturale –  e all’OPAC (On -line Public Access Catalogue )-SOL ( Sebina Open Library) Regione Umbria , facilita e velocizza la ricerca di volumi e l’informazione bibliografica in genere e soprattutto rende più agile il prestito interbibliotecario nazionale e internazionale. Questi servizi possono essere richiesti direttamente  al personale della biblioteca .

BIBLIOTECA DIGITALE

Biblioteca Digitale

La creazione di una Biblioteca digitale, che rientra nel progetto BDI-BIblioteca Digitale Italiana-, progetto che a livello nazionale ha preso l’avvio  nel 2006 con la finalità di permettere la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale e scientifico attraverso Internet,è basato sula digitalizzazione e successiva messa in rete di documenti di particolare valore storico. Non a caso la scelta dell’Amministrazione  per dare l’avvio alla nostra biblioteca digitale, è caduta sulla Franceschina che da ora in poi sarà dunque conlsultabile dal sito del Comune.

Compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, la biblioteca intende implementare questa neonata Biblioteca digitale con l’immissione di altre opere,  attraverso un progetto pluriennale che coinvolge anche la Regione Umbria.

LA FRANCESCHINA

Lo “ Specchio dell’Ordine minore” è un codice pergamenaceo miniato della seconda metà del sec. XV, attribuito, quanto al testo, al francescano perugino Giacomo Oddi. Il manoscritto, ora presso la biblioteca comunale,era conservato precedentemente nella cappella dei Priori adiacente alla sala Sertoriana del palazzo comunale e proviene dalla libreria del convento dell’Annunziata ,convento ricco di codici, incunaboli e cinquecentine passati al comune a seguito della soppressione post-unitaria della corporazioni religiose e il successivo incameramento dei loro beni .
Il codice di Norcia, uno dei quattro esemplari esistenti, conservati rispettivamente presso la Biblioteca Augusta di Perugia(cfr. Biblioteca Digitale Augusta -ms.1238 ), nel monastero di S.Maria di Monteluce e alla Porziuncola- e da questo molto probabilmente è stato copiato l’esemplare dell’Annunziata. L’opera  è comunemente nota , come gli altri tre esemplari,  con la denominazione di “Franceschina”, in quanto contiene la vita di S.Francesco e dei primi francescani e per questo fonte di basilare importanza per la conoscenza dei primordi dell’ordine dei minori.

Manoscritto pergamenaceo di cc. 259, con legatura restaurata recentemente, piatti in legno ricoperti di pelle marrone e fermagli,
illustrato con otto bellissime miniature di epoche e mani diverse.

 

DE FABRICA ET USU NOVI HOROLOGIJ SOLARIS

 

 

 

SPECULUM ET EXEMPLAR CHRISTICOLARUM VITA BEATISSIMI PATRIS BENEDICTI

SANGRINUM, Angelum (1500-1593) – Speculum et exemplar Christicolarum  Vita beatissimi patris Benedicti monachorum patriarchae sanctissimi per R.P.D. Angelum Sangrinum abbatem congregationis Casinensis carmine conscripta. Romae, Anno Domini 1587 (Romae, ex Typographia Bartolomaei Bonfadini, in via Pelegrina, 1587).

4° antico: pagine 16 n.n., 246, 6 n.n.; legatura in pergamena coeva. Note di possesso al frontespizio. Opera completa di tutte le sue carte originali, registro con quaderni da *1-4 a hh1-4, capilettera e frontalini incisi. Caratteri corsivi di elegante fattura nel testo, frontespizio inciso, 51 incisioni in rame a piena pagina, su disegni di Bernardino Passeri, che sono ancora oggi le fonti di ispirazione iconografica dell’ordine benedettino. Seconda edizione di maggior pregio iconografico pubblicata dopo la prima del 1586 a Firenze. Bibliografia: Adams 310; ISTC 695; Brunet V 126.

La cinquecentina acquisita nel 2012  è di grande interesse proprio perchè contiene la vita del Patrono d’Europa e Padre del Monachesimo occidentale San Benedetto.Il volume, edito in Roma nel 1587 dalla “Typographia Bartolomæi Bonfadini” , rilegato in pergamena coeva, contiene 51 preziosissime stampe calcografiche a tutta pagina, realizzate da Bernardino Passeri a bulino su matrici di rame.

 

Pin It on Pinterest