Incontro tra Alemanno e Borrelli su situazione SAE a Castelluccio
Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Incontro tra il Sindaco Alemanno e il Capo della Protezione Civile Borrelli. Sul tavolo diversi argomenti tra i quali situazione SAE a Castelluccio

NORCIA – Il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno ha incontrato nei giorni scorsi a Roma il Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli insieme al responsabile della Protezione Civile regionale dell’ Umbria, Alfiero Moretti. Diversi gli argomenti all’ordine del giorno tra i quali la situazione delle SAE, soluzioni abitative d’emergenza di Castelluccio, tra le frazioni di Norcia la più particolare da gestire, considerata la sua reale condizione geo morfologica data dall’altitudine e la distanza dal capoluogo.

L’ Amministrazione comunale già lo scorso 25 maggio 2017 aveva comunicato la situazione emersa dal censimento delle verifiche Aedes per quanto riguarda il fabbisogno di SAE del territorio comunale, compresa la situazione di Castelluccio.

Le particolarissime condizioni di cui sopra hanno indotto tutti gli attori ad affrontare una riflessione su più aspetti della vicenda: i requisiti di accesso alle SAE devono essere diversi per Castelluccio? La tipologia edilizia doveva essere la medesima?

Riguardo al secondo aspetto – dice il Sindaco, Nicola Alemanno – solo recentemente la Protezione Civile Nazionale ha sciolto ogni riserva ed ha autorizzato, ancora non formalmente, la realizzazione di strutture più idonee a sopportare le difficili condizioni atmosferiche del luogo. Per quanto concerne il primo punto invece è ancora ad oggi in corso la verifica sulla possibilità di riconoscere il diritto alla SAE a nuclei familiari con dimora abituale e continuativa a Castelluccio anche per soli 7 mesi”. Con nota inviata in data odierna al Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, il Sindaco ha infatti reiterato la richiesta che sotto forma di parere era stata inviata da ultimo anche con mail del 23 febbraio 2018 alla Protezione Civile Regionale.

Ammontano dunque a 8 le SAE formalmente assegnate agli aventi diritto secondo la norma. Undici ulteriori SAE quelle richieste dalle associazioni, Pro Loco di Castelluccio, Comunanza Agraria, Associazione Per la vita di Castelluccio Onlus e Comitato civico; di queste, 9 nuclei familiari hanno l’abitazione agibile a Norcia capoluogo e 2 classificata con lettera B da scheda Aedes.

Altre 5 richieste di SAE sono pervenuti da operatori agricoli, comunque dimoranti 7 mesi l’anno ed ancora altre 10 ‘casette’, sono state richieste per gli operai di 2 attività economiche che dichiarano regolari contratti di affitto e/o comodato d’uso, sempre per 7 mesi l’anno.

Non è dunque questo il tempo delle polemiche e spiace leggere titoli di giornali che sembrerebbe abbiano travisato le parole del Vice Presidente della Giunta Regionale Fabio Paparelli. Auspichiamo pertanto che possa giungere presto una risposta dalla Protezione Civile Nazionale. Il Comune di Norcia – rimarca Alemanno – ha nel frattempo comunque provveduto all’ immissione in possesso delle aree per realizzare le prime 8 SAE a Castelluccio, nella speranza che presto la viabilità della SP 477 possa finalmente consentire un sicuro transito ordinario anche di mezzi pesanti; fin quando ciò non sarà possibile è evidente che qualunque atto sarebbe velleitario. Confidiamo che la Regione Umbria – continua – riesca finalmente a realizzare le delocalizzazioni dei ristoranti, dei caseifici e delle attività produttive e commerciali della frazione senza le quali non sarà possibile affrontare la Fioritura 2018”.

Il Sindaco di Norcia approfitta inoltre anche per fare il punto sulla rimozione delle macerie. “L’ufficio tecnico ha ormai emesso la quasi totalità delle ordinanze di demolizione ed i lavori sono finalmente ripresi: non appena il VUS avrà realizzata l’area di stoccaggio provvisoria – dice Alemanno – anche questi riceveranno un nuovo fondamentale impulso. Ciò che ci preme ancora sottolineare – conclude il primo cittadino – è che ci sono ancora alcune attività economiche a Norcia capoluogo che attendono il completamento delle opere di finitura esterne, ormai urgenti con l’approssimarsi dell’estate, mentre la galleria commerciale sembrerebbe destinata a completarsi nel prossimo mese di maggio, purtroppo molto oltre le legittime aspettative dei nostri operatori economici”

Pin It on Pinterest