Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Presentata la delocalizzazione commerciale a Castelluccio. Alemanno: “Castelluccio tornerà più forte”

Presentato stamattina in una conferenza stampa a Palazzo Donini a Perugia il progetto per le delocalizzazioni delle attività produttive a Castelluccio di Norcia.

Presenti il Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il Vice Presidente Fabio Paparelli, il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, il Prof. Paolo Verducci della facoltà di Ingegneria, il Presidente della Comunanza Agraria di Castelluccio, Roberto Pasqua e diversi

Come sarà la delocalizzazione commerciale a Castelluccio

operatori economici del territorio.

“E’ un progetto che si inquadra nell’ambito del sistema di Protezione Civile ed ha carattere temporaneo ma di qualità e sicuro” afferma la Presidente Marini, precisando come non si tratti di un Centro Commerciale, come riportato da alcuni media nei giorni scorsi. La Presidente puntualizza come “ per la delicatezza del luogo ci siamo posti di intervenire con particolare sensibilità ambientale. Per essere chiari – puntualizza la Marini – dovevamo scegliere tra questa soluzione o la posa di container”.

A ribadire il concetto il Vice Presidente Paparelli che ha puntualizzato come “non si tratti di un centro commerciale ma appunto una delocalizzazione temporanea delle attività produttive, per far ripartire il territorio nell’attesa della ricostruzione. Il paesaggio non sarà deturpato, anzi, sarà riqualificata poiché le strutture saranno allestite in una cava dismessa e non sul Pian Grande, come letto da qualche parte ultimamente”.

Un progetto dunque che è stato condiviso dalla comunità e dalle istituzioni “che aiuterà Castelluccio a ripartire più forte di prima”, afferma il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. “arriviamo a questo progetto dopo una serie di incontri e di ‘scontri’,  ma ciò che conta è la partecipazione che c’è stata alla stesura dello stesso: credo che i progettisti abbiano dunque avuto indicazioni importanti. Questo è quanto una PA dovrebbe fare in tempi ordinari. I primi che tengono al territorio sono coloro che appartengono alla comunità di Castelluccio – rimarca  con decisione Alemanno –  per natura vocata a ecosostenibilità. Con queste strutture – conclude – potremmo continuare ad accogliere i numerosi visitatori che già stanno tornando a Castelluccio e poter degustare i prodotti che più a km 0 di questo non si può”. Poi il sindaco si rivolge ai giornalisti presenti invitandoli a “chiamare gli amministratori per avere le risposte ad eventuali dubbi e fornire così una corretta informazione al di fuori della polemica. Avremo molto da dire da qui in avanti, spesso parleremo di ricostruzione, aiutateci a divulgare le giuste notizie”.

Nell’area sarà dunque possibile trovare ristoranti, bar, caseifici e quant’altro che consenta al borgo di ritornare all’ospitalità . “Anche se struttura è temporanea, va fatta con impegno e criterio” precisa il Prof. Verducci. “Daremo ampio spazio spazio alle vedute e al paesaggio, grazie all’affaccio sulla piana. La struttura sarà leggera e avvitata  a secco, senza legante, come da Indicazione di norme del Commissario. Tra i 3 moduli inoltre uno spazio sarà adibito a piazza.

Plauso al progetto da parte del Presidente della Comunanza di Castelluccio, Roberto Pasqua “E’ un  progetto condiviso e bello che consentirà anche la riqualificazione di un’area. Grazie alle istituzioni per averlo permesso e per consentire una rapida ripresa delle nostre attività in loco, per questo chiedo anche la correttezza di informazione a stampa e associazioni ambientaliste”.

Il progetto sarà presentato direttamente a Castelluccio venerdì 28 luglio; sarà articolato in 2 fasi: urbanizzazione e riqualificazione che partirà ad agosto e la realizzazione. Tempi previsti entro la primavera 2018.

Pin It on Pinterest