Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Norcia, riprendono gli interventi di restauro conservativo dei materiali nei depositi della Castellina

Castellina bellaNORCIA – Nell’ambito di un accordo di programma Quadro, fortemente voluto dall’allora soprintendente ai beni culturali Vittoria Garibaldi, sottoscritto nel 2007 tra Regione Umbria, Ministero dell’Economia, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, che prevede la “conoscenza dello stato di conservazione e della vulnerabilità del patrimonio, la tutela conservativa, lo sviluppo e sperimentazione di prassi, procedure e tecniche nel campo della diagnostica, prevenzione e conservazione”, l’amministrazione comunale di Norcia ha rinnovato nel 2015 l’Accordo con la Regione e l’Associazione “Laboratorio Diagnostica per i Beni Culturali” ai fini di procedere alla movimentazione dei materiali nei depositi della Castellina e al relativo restauro conservativo.

La ditta Coo.Be.C., Cooperativa Beni Culturali ha vinto la gara per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di movimentazione e pronto intervento sui materiali che presto lasceranno il deposito della Castellina per la realizzazione degli interventi che saneranno i principali problemi conservativi.

La stessa sorte è destinata agli Arazzi del XVIII secolo che decoravano la Sala del Consiglio Maggiore del palazzo comunale, realizzati con essenze vegetali e raffiguranti le allegorie delle quattro parti del mondo. Rimossi dalla loro collocazione in seguito al terremoto del 1979, solo in parte sono tornati a rivestire le pareti del palazzo comunale. Mentre la personificazione dell’Europa e le figure di Heresis e Giove sono visibili e apprezzabili, rimangono nei depositi della Chiesa di Santa Rita le allegorie di Asia, Africa ed America, oggetto di prossimo intervento da parte della ditta Coo.Be.C.

I materiali torneranno nei depositi della Castellina a fine lavori – dichiara l’assessore alla cultura Giuseppina Perla – auspicabilmente in concomitanza della totale apertura del complesso monumentale a seguito dei lavori previsti per il “Progetto Castellina” finanziato dalla Regione Umbria e dal Comune di Norcia. L’amministrazione comunale si sta anche attivando per prevedere l’esposizione di alcune delle opere di particolare pregio e importanza, come ad esempio gli arazzi stessi (che saranno avviati anche al definitivo restauro e alla successiva ricollocazione sulle pareti della Sala Consiliare), opere che potrebbero essere destinate alla pubblica fruizione sia all’interno del rinnovato Museo della Castellina che nello stesso palazzo comunale.