Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Sul PAMS di Castelluccio Alemanno risponde al consigliere regionale Liberati (M5S)

castelluccio_1_NORCIA – “A nemmeno due giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza che regolamenterà la viabilità a Castelluccio dal 25 giugno al 31 luglio, giungono, come accaduto lo scorso anno, polemiche strumentali prive di oggettività e di buon senso”. Il sindaco di Norcia Nicola Alemanno, appena letta la nota sull’argomento, diramata poche ore fa sui siti web di informazione da parte del consigliere regionale Andrea Liberati, replica prontamente per fare chiarezza sulle criticità sollevate.

“Ho sempre auspicato il confronto diretto, con chiunque, a maggior ragione con le persone che rivestono un ruolo istituzionale. E’ una questione di correttezza e di rispetto”, evidenzia il primo cittadino. “Invito pertanto il consigliere Liberati a venirmi a trovare, per manifestare apertamente tutte le sue perplessità e tutte le sue lagnanze e darci così la possibilità di spiegare”.  “Se questo fosse accaduto – fa notare – non sarebbero emerse tante notizie inesatte, persino infondate”. “Ricordo al Consigliere, nel caso non lo sapesse – prosegue Alemanno – che il Piano di Azione per la Mobilità Sostenibile (PAMS) di Castelluccio è stato redatto dall’architetto Ugo Baldini, recentemente scomparso, uno dei grandissimi nomi della pianificazione strategica nazionale. La sua approvazione in Consiglio Comunale (lo scorso 20 giugno) assume una portata storica per questo territorio, dal momento che da moltissimi anni Parco, Regione, Ministero dell’Ambiente e soprattutto la Comunità Europea, chiedevano che il Comune di Norcia si facesse carico di una pianificazione strategica per governare i picchi di massimo afflusso in un Sito di Interesse Comunitario (SIC) – Zona a Protezione Speciale (ZPS) come quella dell’Area dei Piani di Castelluccio. Il PAMS mette fine a decine di anni di discussioni ed individua le misure attraverso le quali giungere, nel medio e lungo termine, a governare ogni aspetto dell’accesso a questa delicatissima porzione del territorio comunale, vero cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini”. “Non appena sarà approvato con le determinazioni definitive – precisa – anche questo strumento sarà ovviamente sottoposto a VAS”. “Anche un sindaco-geometra (da tempo dottore in SIT/GIS) – continua – che è sempre vissuto in questo territorio e che sta operando per preservarlo al meglio, riesce a capire cosa è bene e cosa è male. La sensibilità ambientale, caro Consigliere, non si misura con i titoli di studio. La si ha oppure no”.

“Il Piano oggetto di discussione – conclude – è stato il frutto di un intenso lavoro di confronto e partecipazione con tutti gli stakeholders; una partecipazione reale, non di facciata. Forse non ci crederà – ribatte al pentastellato – ma le sue misure hanno avuto il plauso anche da parte di molti simpatizzanti del ‘Movimento 5 stelle’ di Norcia”.

“Rinnovo pertanto l’invito al Consigliere Liberati a venire a Norcia per un confronto. Lo auspico veramente”.