Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Nel vivo delle Celebrazioni Benedettine

Abate Montecassino accende Fiaccola 2 Cassino 1

Casamari Gruppo tedofori con cartello cammino

Stasera l’arrivo della Fiaccola e domani i solenni festeggiamenti dedicati al Patrono

NORCIA – La città natale di San Benedetto è nel vivo dei festeggiamenti dedicati al Santo Patrono, proclamato da Papa Paolo VI “patrono Principale dell’intera Europa”. Uno dei momenti clou delle celebrazioni è proprio questa sera, per il ritorno a Norcia della “Fiaccola Benedettina Pro Pace et Europa Una”, in queste ore scortata da un nutrito gruppo di tedofori lungo il “Cammino di San Benedetto”, il sentiero di fede di 360 chilometri che si snoda da Montecassino a Norcia, appunto, attraverso i luoghi in cui visse ed operò San Benedetto. Lo scorso fine settimana la Fiaccola è stata a Cassino e a Subiaco, per rendere omaggio sia alla tomba del Santo che al Sacro Speco, la grotta in cui Benedetto trascorse tre anni di vita eremitica. “Quest’anno – spiega il sindaco di Norcia Nicola Alemanno – i festeggiamenti che la tradizione fissa solitamente per il 20 e 21 marzo sono stati posticipati per la loro concomitanza con la Settimana Santa. Ma questo – prosegue – ha permesso alle tre comunità benedettine di Norcia, Subiaco e Cassino di programmare in giorni successivi le celebrazioni e di valorizzarle maggiormente, consentendo al contempo una più ampia partecipazione”. Questa sera, infatti, per la prima volta, ad accogliere l’arrivo della Fiaccola in piazza San Benedetto saranno presenti anche i sindaci di Cassino e Subiaco, rispettivamente Giuseppe Golini Petrarcone e Francesco Pelliccia. Tra le altre personalità presenti: l’onorevole Catia Polidori, il prefetto della Provincia di Perugia Raffaele Cannizzaro, l’arcivescovo di Spoleto-Norcia Renato Boccardo, la presidente dell’Assemblea legislativa regionale Donatella Porzi, il comandante Legione Carabinieri Umbria, Generale Francesco Benedetto, il comandante provinciale di Perugia dei carabinieri, colonnello Cosimo Fiore, l’Ambasciatore e il Primo Segretario dell’Ambasciata della Bosnia-Erzegovina Željana Zovko e Dejan Mackovic, oltre a tutti i sindaci della Valnerina. Tutte le autorità presenti parteciperanno al rito dei vespri in basilica e alle 21, in attesa dell’arrivo della Fiaccola, assisteranno alla proiezione di un filmato-documentario di tutto il viaggio effettuato quest’anno dalla Fiaccola e dalla delegazione al suo seguito: la sua accensione a Norcia il 27 febbraio;  la sua benedizione da parte di Papa Francesco in Vaticano (2 marzo) e il suo viaggio nel Regno dei Paesi Bassi (dal 10 al 12 marzo); il suo “cammino” verso Norcia, passando per l’abbazia di Casamari, Alatri, Rieti, Poggio Bustone, Leonessa, Monteleone di Spoleto e Cascia, per citare solo alcune delle tappe più significative.

Domani (5 aprile) i solenni festeggiamenti, ai quali prenderà parte anche la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, si svolgeranno secondo un calendario tradizionale che vedrà in mattinata, alle ore 10, la sfilata del Corteo storico medievale e, subito dopo, la solenne concelebrazione eucaristica in basilica presieduta dall’Arcivescovo di Spoleto-Norcia Renato Boccardo.

Nel pomeriggio, alle 16, si terrà il torneo della balestra antica da banco, a cui faranno seguito la preghiera dei Vespri in basilica (ore 17,30) e la processione con il Reliquiario del Santo (ore 18).

Pin It on Pinterest