Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Stella Michelin al ristorante Vespasia di Norcia, i complimenti dell’amministrazione comunale

Alemanno 1

NORCIA – E’ di oggi la notizia che la cucina di Emanuele Mazzella, chef del ristorante “Vespasia” del Relais & Chateaux Palazzo Seneca di Norcia, ha conquistato una stella Michelin. Tra le ragioni che hanno contribuito al prestigioso riconoscimento sicuramente la filosofia dello stesso “Vespasia”, che unisce tradizione ad innovazione, fondendo i migliori prodotti gastronomici e vinicoli del territorio con le eccellenze di altre regioni e facendo del ristorante una vera e propria vetrina multisensoriale, un luogo autentico, permeato dall’armonia “benedettina” tra cielo e terra, buon cibo, con interior design ricercato ma semplice e un’ospitalità professionale e familiare.
Appresa la notizia, l’amministrazione comunale di Norcia ha desiderato complimentarsi con lo chef e con tutto lo staff di “Vespasia”, nonché con la famiglia Bianconi, titolare del locale. “E’ un onore ed un piacere annoverare un così alto esempio di cucina tra le nostre realtà imprenditoriali”, commenta il sindaco Nicola Alemanno. “Questo riconoscimento – evidenzia – è importantissimo per la città di Norcia e giunge a premiare una scommessa non certamente facile da vincere della famiglia Bianconi, che da generazioni è impegnata nel settore della ristorazione e che oggi rappresenta una delle più importanti realtà territoriali, sulla quale la città sa di poter contare per il proprio sviluppo”. “Notizie come questa, di questo tenore, non possono non inorgoglire e lasciare ben sperare per il futuro – aggiunge l’assessore alle attività produttive Giuliano Boccanera – Soprattutto in questo difficile momento storico ed economico – prosegue – è fondamentale concorrere a valorizzare le eccellenze che contribuiscono allo sviluppo della nostra comunità e costituiscono esempi da seguire; casi di eccellenza come questo rendono infatti eccellente e appetibile non solo il nostro territorio ma l’intera regione”. “L’onorificenza del giovane chef Mazzella – afferma anche il vicesindaco e assessore al turismo Pietro Luigi Altavilla – testimonia che rimanere ed investire a Norcia, credendo nelle straordinarie potenzialità e peculiarità di questa realtà, può portare grandi soddisfazioni”.
“Sulla scia di questo traguardo raggiunto – conclude il sindaco Alemanno – spero che la famiglia Bianconi possa continuare ad investire, contando sul supporto dell’amministrazione comunale”. Di fatto, è proprio dalla sinergia tra il pubblico e il privato che nascono risultati così significativi. “Nel 2005 – ricorda Alemanno – in occasione della prima edizione degli incontri di Magna Carta, la nostra città non disponeva ancora di una struttura come Palazzo Seneca, allora in fase di ristrutturazione. Per garantire una degna ospitalità agli illustri ospiti di quell’anno, tra i quali il presidente del Senato Marcello Pera, il Ministro Letizia Moratti, il sottosegretario Alfredo Mantovano, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, ma anche lo Sceicco di Dubai con la Nazionale di Calcio, quasi per scherzo proposi a Carlo Bianconi di ospitarli a casa sua. E lui, che riesce sempre a trovare soluzioni a tutti i problemi, mi prese alla lettera, accogliendo queste autorità nel suo appartamento. Questo fu sicuramente l’inizio di un percorso che in questi anni ha portato la nostra città ad elevare gli standard qualitativi dell’accoglienza e che sta ripagando tanti sacrifici e tante aspettative”.

Pin It on Pinterest