Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

FATTURAZIONE ELETTRONICA – AVVISO AI FORNITORI

fattura_elettronica

Il Decreto Ministeriale 3 aprile 2013, n. 55, ai sensi della Legge 244/2007, ha stabilito le regole in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle amministrazioni pubbliche e ne ha definito il formato (FatturaPA).

La Legge 23 giugno 2014, n. 89, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione. In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione:

  • a partire dal 31 marzo 2015 non potrà più accettare fatture emesse o trasmesse in forma cartacea;
  • a partire dal 1 luglio 2015 non potrà procedere ad alcun pagamento, neppure parziale, fino alla ricezione della fattura in formato elettronico (fino al 30 giugno 2015 potrà ancora procedere al pagamento delle fatture cartacee emesse prima del 31 marzo 2015);

Dal 31 marzo 2015 tutte le fatture indirizzate a questo Ente dovranno essere trasmesse, attraverso il sistema di interscambio, elettronicamente, secondo il formato FatturaPA di cui all’allegato A “Formato della fattura elettronica “ del citato DM n. 55/2013, e dovranno contenere i seguenti elementi specifici:

Codice IPA c_f935
Nome dell’ufficio Uff_eFatturePA
Codice Univoco Ufficio UFFOYL

Il Codice Univoco Ufficio rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI), gestito dall’Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’Ufficio destinatario.

Inoltre, ai sensi del Decreto Legge n. 66/2014, al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrative, le fatture elettroniche inviate a questo Ente dovranno riportare:

  • il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge 13 agosto 2010 n. 136;

  • il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative ad opere pubbliche;
  • l’ufficio comunale di riferimento e il numero della determinazione di impegno di spesa.

Questa Amministrazione non potrà procedere al pagamento delle fatture elettroniche che non riportano, oltre al Codice Univoco Ufficio, i codici CIG e CUP, ove previsto.

Si chiede la collaborazione dei fornitori perché abbiano cura di ottenere dagli uffici comunali ordinanti i dati necessari per la corretta compilazione della fattura, onde evitare che venga rifiutata dal sistema di interscambio e restituita per mancanza di dati, compromettendo la tempestività dei pagamenti.

Si invitano infine  i fornitori a consultare i siti www.fatturapa.gov.it e www.agid.gov.it, in cui sono disponibili ulteriori informazioni in merito alle modalità di predisposizione e trasmissione della fattura elettronica alle pubbliche amministrazioni.

Pin It on Pinterest