Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Decimo anno della Fondazione Magna Carta a Norcia

Gaetano QUAGLIARIELLO 01

Nel fine settimana l’incontro sul tema: “Tra il Califfato e il post umano: il futuro dell’Occidente”

NORCIA – Sabato e domenica, nella città di San Benedetto, si svolgerà il decennale di uno dei più importanti appuntamenti della Fondazione Magna Carta: “A Cesare e a Dio – Gli incontri di Norcia”. Il tema di questa edizione è “Tra il Califfato e il post umano: il futuro dell’Occidente”. Nella convinzione degli organizzatori, questo tema, , in un momento in cui il rischio esterno (la creazione dell’ISIS) si affianca al rischio interno (lo sgretolamento della tradizione e dei fondamenti antropologici), rappresenta una delle maggiori sfide attuali per il mondo occidentale. L’evento, che si terrà nella Sala del Consiglio Maggiore del palazzo comunale. Sarà introdotto dai saluti del Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno e dalla relazione introduttiva di Gaetano Quagliariello, Presidente della stessa Fondazione Magna Carta. Seguiranno le relazioni sui temi: “Il Califfato e la crisi internazionale” di Fabrizio Cicchitto (Presidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati e Presidente Fondazione ReL) e “Dalla questione antropologica al post umano” di Eugenia Roccella (membro della Commissione Cultura della Camera dei Deputati). Nel corso delle due giornate interverranno, tra gli altri: S.E. Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, che parlerà di “fede e politica nel cambiamento culturale”; S. E. Mons. Luigi Negri, Presidente della Fondazione Internazionale Giovanni Paolo II; Antonio Polito, Direttore de Il Corriere del Mezzogiorno e Maurizio Sacconi, Presidente della Commissione Lavoro del Senato della Repubblica. Prevista anche una testimonianza dell’Arcivescovo di Mosul (Iraq), S.E.R. Mons. Amel Nona. I lavori inizieranno sabato 22 novembre, alle ore 14.30, e si concluderanno verso le ore 13.00 di domenica 23.
“E’ un onore grandissimo – afferma l’assessore comunale alla cultura Giuseppina Perla – poter ospitare a Norcia questo evento, che ormai da dieci anni lega la nostra città ai più autorevoli esponenti del mondo accademico, religioso e politico, che confronteranno le proprie idee sulla via dell’incontro tra cattolicesimo e liberalismo. Tanto più quest’anno, su un tema di così forte e stringente attualità che richiede da tutti noi un dibattito urgente ed ampio”.
“La consapevolezza dei grandi cambiamenti geopolitici, di un ripiegamento e di un profondo smarrimento culturale dell’Europa, ci ha spinti, dieci anni fa – ricorda l’on. Roccella – a creare un’occasione di incontro fra credenti e non credenti, a partire dal riconoscimento delle comuni radici cristiane, per immaginare e definire una nuova laicità. La scelta di Norcia – prosegue – non è stata casuale, poiché questa città richiama l’operosità intelligente e intrisa di spiritualità delle comunità benedettine, che salvarono il grande tesoro costituito dalla tradizione culturale dell’Occidente per tramandarla ai posteri”.

Pin It on Pinterest