APSP, si insedia il nuovo presidente Claudio Millefiorini | Comune di Norcia
Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

APSP, si insedia il nuovo presidente Claudio Millefiorini

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

NORCIA – Ieri, a seguito del decreto sindacale n. 38, si è insediato ufficialmente il nuovo presidente dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona (APSP) “Fusconi-Lombrici-Renzi”. E’ il giovane nursino Claudio Millefiorini, laureato in Scienze Politiche, scelto dal sindaco Nicola Alemanno, con precedente decreto n. 36, per ricoprire l’incarico fino ad alcuni giorni fa svolto da Domenico Coccia.

“Il mio ultimo decreto – spiega il sindaco Alemanno – fa seguito ad una nota della Regione Umbria, acquisita dal Comune lo scorso 2 ottobre, in cui l’Ente riferisce di aver avviato le verifiche in merito al richiesto esercizio della potestà tutoria e, contestualmente, non evidenzia controdeduzioni o osservazioni sulla nuova nomina di Presidente dell’APSP”.

Ad accogliere il neo presidente Millefiorini presso la sede dell’Azienda Pubblica, dove ieri pomeriggio si è recato insieme al primo cittadino e all’assessore ai servizi sociali Giuseppina Perla, sono stati alcuni componenti del Consiglio di amministrazione, dipendenti e ospiti della residenza protetta per anziani.

“Sono certo – ha detto il sindaco Alemanno – che il nuovo presidente saprà svolgere un’azione propositiva nei confronti dell’Azienda, tesa a garantire il rispetto di tutti i principi sulla quale è stata fondata: l’efficacia, l’equità, la solidarietà, la centralità della persona, l’integrazione con i servizi territoriali, la separazione tra poteri di indirizzo e programmazione e poteri di gestione, la massima flessibilità e la trasparenza”.

“Soprattutto in questo momento di grande costrizione economica, in cui i minori trasferimenti statali mettono a rischio il nostro stato sociale e il nostro welfare – ha aggiunto l’assessore Perla – l’attività dell’Azienda sarà fondamentale. Opererà, come da statuto, in piena sintonia con le politiche sociali del Comune, incentivando la qualità dei servizi offerti e rispondendo in modo sempre più efficace ai bisogni assistenziali espressi dal territorio. E a queste azioni dovrà essere affiancata anche una gestione efficiente del patrimonio, in un’ottica di sviluppo degli stessi servizi pubblici, orientati non solo agli anziani ma anche ai minori privi di assistenza familiare e ai giovani studenti non abbienti”.

Queste, di fatto, sono le finalità dell’APSP “Fusconi-Lombrici-Renzi”, costituita nel maggio del 2007  per effetto della fusione disposta dalla precedente Amministrazione Alemanno degli Istituti Riuniti di Beneficenza e dell’Istituto E. Lombrici, due centenarie istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza nursine (IPAB). Quel passaggio fu “epocale” per la città di Norcia: la fusione fu considerata un’occasione importante di qualificazione dei servizi e uno strumento unitario per la semplificazione organizzativa e gestionale delle politiche sociali, in una logica di superamento della frammentarietà e di un maggiore coordinamento tra gli enti.