Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Accesa la Fiaccola benedettina “Pro Pace et Europa Una”

Accensione fiaccola sindaco Norcia Cassino e Subiaco

Il 6 marzo partirà alla volta della Croazia, “nei Paesi dell’Est dove oggi spirano venti di terrore”

NORCIA – Ieri pomeriggio (2 marzo), in un clima di grande festa e in un contesto di grande partecipazione di fedeli e visitatori, la stragrande maggioranza di quest’ultimi giunta a Norcia per “gustare” il giorno conclusivo di Nero Norcia (la Mostra Mercato nazionale del tartufo nero pregiato di Norcia e dei prodotti tipici), hanno preso ufficialmente il via le Celebrazioni Benedettine 2014. La cerimonia inaugurale dei festeggiamenti in onore del Santo Patrono d’Europa ha visto riunite le tre comunità benedettine di Norcia, Cassino e Subiaco, ciascuna con i loro rappresentanti istituzionali e i loro cortei storici. Il sindaco Gian Paolo Stefanelli ha accolto i suoi colleghi di Subiaco e Cassino, rispettivamente Francesco Pelliccia e Giuseppe Golini Petrarcone, l’assessore alla cultura della Regione Umbria Fabrizio Bracco, l’assessore al turismo della Provincia di Perugia Donatella Porzi e l’ambasciatore della Croazia presso la Santa Sede Filip Vucan, giunti per l’occasione a Norcia insieme a tante altre autorità religiose e civili. Si sono ritrovati tutti in piazza San Benedetto, dove è stato possibile assistere alla sfilata e all’esibizione dei figuranti in costume, tra danze medievali e performance di tamburini. Una vera e propria festa di colori e musica che ha preceduto quella più intima e spirituale che si è celebrata poco dopo in basilica dove, al termine della solenne celebrazione eucaristica presieduta dall’Abate ordinario di Subiaco Mauro Meacci, è stata accesa la fiaccola benedettina “Pro Pace et Europa Una”. “La Fiaccola – ha annunciato l’Abate Meacci durante l’omelia – quest’anno partirà alla volta della Croazia, vicino a quei Paesi dove oggi spirano venti di terrore. Come ogni anno, la sua missione sarà quella di portare il messaggio illuminante ed evangelizzante di San Benedetto, un grande maestro in grado di offrire ai popoli e agli uomini di tutto il mondo gli strumenti dell’arte santa: la lettura della Sacra Scrittura, la preghiera e la vita di comunità”. Nel suo lungo ed impegnativo viaggio, che si concluderà a Norcia la sera del 20 marzo, la sacra fiammella sarà scortata da giovani tedofori delle tre città benedettine. La prima destinazione sarà Zagabria, dove sarà accolta presso l’ambasciata italiana dall’ambasciatrice Emanuela D’Alessandro, dal sindaco di Zagabria Milan Bandic, dall’arcivescovo, il Cardinae Josip Bozanic, e dallo stesso presidente della Repubblica di Croazia Ivo Josipovic. “La Fiaccola Benedettina – aggiunge il sindaco di Norcia Gian Paolo Stefanelli – sarà a Zagabria anche per salutare ed illuminare simbolicamente il recente ingresso della Repubblica di Croazia nell’Unione Europea (avvenuto lo scorso 1 luglio 2013). Sarà ambasciatrice dell’opera meravigliosa svolta da San Benedetto attraverso la sua Regola per la formazione della civiltà e della cultura europea, in questo momento più che mai bisognosa di un rinnovamento etico e spirituale che attinga alle radici cristiane del Continente”. E le Celebrazioni benedettine di quest’anno, che da queste motivazioni traggono la loro forza illuminante, saranno particolarmente significative. Sarà infatti celebrato anche il 50° anniversario della proclamazione di San Benedetto a “Patrono principale d’Europa” da parte del Papa Paolo VI.

Pin It on Pinterest