Calcolo IMU
Webcam attualmente fuori uso

Presentata la nuova stagione teatrale del Civico di Norcia

Sirci_Fares_Stefanelli momento conferenza

9 gli spettacoli in cartellone, programmati dal 30 gennaio al 27 aprile

NORCIA – E’ stata presentata questa mattina, presso il palazzo comunale, la nuova stagione del Teatro Civico di Norcia, in programma dal 30 gennaio al 27 aprile 2014. Ad illustrare il cartellone sono intervenuti, nel corso di un’apposita conferenza stampa, il sindaco Gian Paolo Stefanelli, il Vicesindaco e Assessore comunale alla cultura Franco Mirri, il Direttore artistico Graziano Sirci e il Presidente della Compagnia GAD di Norcia Giuseppe Fares. E’ una proposta ricca e variegata quella del teatro di Norcia che non vuole certo porsi come concorrente agli altri cartelloni dell’Umbria ma, al contrario, grazie ad una particolare accuratezza nelle scelte, intende ampliare l’offerta teatrale regionale con una stagione bilanciata ed omogenea che prevede ben 9 spettacoli in tutto, pensati per soddisfare ogni categoria di pubblico. “In Umbria – ha evidenziato il Direttore Sirci – la nostra è l’ultima stagione a presentare il proprio programma. Questo in un certo senso ci facilita, perché ci permette di conoscere le offerte delle altre realtà e di inserire al contempo spettacoli assolutamente unici”. La stagione propone diverse tipologie di spettacoli. Si va dalle commedie brillanti a quelle musicali, dai testi di grandi autori (con lo scopo anche di far riflettere il pubblico) a pièce prettamente dialettali. “E’ una bella stagione – ha voluto sottolineare il primo cittadino Stefanelli – che merita di essere valorizzata e apprezzata, soprattutto se si pensa che, in un momento di grandi ristrettezze economiche, è stata realizzata con costi molto contenuti. E di questo risultato non posso che ringraziare il presidente del Gad e il Direttore, che con professionalità e tenacia riescono sempre a far quadrare il cerchio”. “E’ il quinto anno consecutivo – ha aggiunto il presidente Fares – che abbiamo l’onore di realizzare questo cartellone, seppure con grandi sforzi. Il nostro obiettivo è stato sempre quello di tenere alta la tradizione teatrale di Norcia. Lo scorso anno abbiamo registrato 150 abbonamenti e quest’anno puntiamo ancora più in alto e verso un target ancor più variegato. Non è un caso se, proprio da quest’anno, abbiamo voluto realizzare un progetto insieme alle scuole, mettendo a loro disposizione gratuita 30 abbonamenti, che potranno essere distribuiti anche per scopi didattici”. “Il teatro e la cultura teatrale – ha voluto rimarcare l’assessore Mirri – sono di tutti. Del resto, tutti gli spettacoli realizzati in questi anni dalle Compagnie teatrali locali sono stati all’insegna della condivisione e della partecipazione”.

Il primo spettacolo, in programma il 30 gennaio, sarà “Mettiti nei miei panni”, una commedia scritta e diretta da Giovanni Franci con Mauro Bronchi e Graziano Sirci, che farà divertire e saprà rovesciare tanti luoghi comuni. Il 12 febbraio seguirà la più importante produzione del cartellone: “L’importanza di chiamarsi Ernesto”, a Norcia prima del suo debutto nazionale. Quest’ultimo lavoro teatrale di Oscar Wilde sarà portato sulla scena dal Teatro Quirinio V. Gassman e dal Teatro Stabile di Calabria, con Geppy Gleijeses, Marianella Bargilli e Lucia Poli. Il 19 marzo sarà la volta della commedia musicale “Risate sotto le bombe” con le Sorelle Marinetti, Gianni Fantoni, Francesca Nerozzi e Paolo Cauteruccio mentre lunedì 14 aprile l’Ente Teatro Cronaca Sas & Artù porterà a Norcia la commedia in due atti con Gianluca Guidi e Gianluca Ramazzotti “Boeing Boeing”. A chiudere la stagione, il 26 e il 27 aprile, sarà lo spettacolo del Gad “Ce pensa mamma”, “una commedia – ha tenuto a precisare il regista Sirci – che non farà soltanto ridere ma anche commuovere”. Ad integrare questa stagione sarà il 3° Festival del Teatro Dialettale Umbro “Graziano Graziani”, che vedrà la partecipazione di quattro Compagnie Umbre: La Maschera di Spoleto (con lo spettacolo “Medeo” di Gianfrancesco Marignoli); la Nuova Compagnia Teatro Città di Terni (con “Finché dura fa verdura” di Silvano Locci”); i Clitunnali di Campello sul Clitunno (con “La lettera di mamma” di Peppino de Filippo”) e infine la Compagnia degli svitati di Perugia (con “R.G., Bombatore” di Giorgio Alberati).

Il costo per abbonarsi a tutta la stagione è quello di sempre di 80 euro.

 

Scarica il Cartellone 2014

Pin It on Pinterest